Becher Ulrich

Becher Ulrich

È stato uno dei maggiori romanzieri e autori di teatro europei. Nato a Berlino nel 1910, dopo gli studi in Legge conobbe George Grosz, che ne apprezzò il talento grafico e lo accettò come suo unico allievo; la loro amicizia durerà tutta la vita. Nel 1932 pubblicò la raccolta di racconti Männer machen Fehler (Gli uomini sbagliano), che nel maggio dell’anno successivo fu bruciato dai nazisti nel rogo di Bebelplatz come letteratura degenerata. Dopo l’Anschluß riparò in Svizzera, dove però gli fu negato asilo; nel 1941 emigrò con la moglie prima in Brasile poi a New York. Tornato in Europa nel 1948, dal 1954 si stabilì a Basilea. È morto nel 1990. Caccia alla marmotta, uscito nel 1969, fu subito accolto come un capolavoro. Questa è la prima traduzione italiana, vincitrice del Premio italo-tedesco alla traduzione, a opera di Roberta Gado.


Dello stesso autore