Tra Chelsea e Charing Cross c’è una nuova energia

di Federica Zullo

Fonte: L'indice - 04/09/2017

Visualizza la recensione

George Gissing LE DONNE DI TROPPO ed. orig. 1893, trad. dall'inglese di Vincenzo Latronico, pp. 472, € 18, Baldini&Castoldi, Milano 2017 a signora Barfoot non ha molto a cuore le classi inferiori; vuole essere utile alle figlie della gente perbene. E lo è. Sta facendo un lavoro ammirevole. (...) Ha una rendita - non è enorme, ma basta a permetterle di unire il lavoro alla filantropia". Così Rhoda Nunn, una delle "donne di troppo" protagoniste del romanzo dello scrittore inglese George Gissing, descrive il progetto dell'amica, impegnata nella formazione di nuove figure femminili che siano capaci di sfidare le rigide convenzioni della società patriarcale vittoriana scegliendo una vita non necessariamente incentrata sul matrimonio e la cura dei figli. L'idea di un'alternativa possibile a questo tipo di esistenza percorre tutta la narrazione, fin dai primi capitoli, e viene discussa, criticata, posta sotto attenta disamina in relazione alle storie che si intrecciano e che da quell'idea sono contaminate. Considerato dalla critica il migliore romanzo di Gissing, e Odd Women esce nel 1893, a seguito di due fortunati lavori pubblicati nel primi anni novanta dell'Ottocento, New Grub Street (1891) e Born in Exile (1892), caratterizzati da una matura rielaborazione di temi cari a uno dei più importanti e prolifici scrittori tardo-vittoriani: le condizioni delle classi più povere in Inghilterra, in particolare nelle periferie urbane ( e Nether World, 1889) e la vita di giovani scrittori o giornalisti della classe media e medio-bassa che cercano di farsi strada nel mondo, lottando contro le rigide barriere di classe e affrontando seri problemi economici, spesso alle prese con matrimoni sfortunati ( Workers of the Dawn, 1880, e Unclassed, 1884). Si tratta di temi che pure riflettono alcuni aspetti della vita dello stesso Gissing, proveniente dalla middle-class ma capace di accedere ad un alto livello di istruzione, sposatosi due volte con esiti a dir poco disastrosi.


Libri associati