L’uomo di Berlino

di Redazione

Fonte: Readingattiffanys.blogspot.it - 16/04/2016

L’uomo di Berlino è un libro da leggere. Anche se non amate le spy story, anche non leggete romanzi storici. Fate un favore a voi stessi e leggetelo, perché è una di quelle letture che vi insegnerà qualcosa.
La storia si svolge a Sarajevo, nel pieno della Seconda Guerra Mondiale. Quello che vi troverete tra le mani, però, non è un libro d’azione. Ricorda, per certi versi, i gialli vecchio stile, quelli in cui la matassa si srotola piano piano fino ad arrivare a svelare il mistero. E qui il mistero riguarda l’assassinio di due persone: una giornalista jugoslava, molto conosciuta dal popolo ma che nasconde un’anima nera come la pece, e un soldato tedesco. Gregor Reinhardt, capitano dell’Abwehr (uno dei servizi di intelligence tedesca) nonché ex poliziotto, viene chiamato ad indagare sulla morte del soldato tedesco, mentre la polizia jugoslava cercherà l'assassino della giornalista. Appare fin da subito che i due casi siano legati - sono stati trovati morti nella stessa stanza - ma le forze di polizia locali vogliono trovare il prima possibile un colpevole per la morte di quella donna. CONTINUA A LEGGERE


Libri associati