Basta un poco di curcuma e la pillola la butti via

di (e. nas.)

Fonte: La Repubblica - 06/09/2016

Visualizza la recensione

Tutto nasce quando la nonna del medico Michael Greger, ad appena 65 anni, fu congedata dall'ospedale su una sedia a rotelle per una patologia cardiaca terminale. E continua quando la signora guardò una trasmissione televisiva sul nuovo centro di Nathan Pritikin, pioniere della medicina orientata allo stile di vita, e decise di attraversare gli Stati Uniti per farsi ricoverare.
Uscì dalla clinica sulle sue gambe e visse altri 31 anni. Pritikin era famoso per i miglioramenti dei suoi pazienti cardiopatici con dieta ed esercizio fisico. E per il giovane Greger divenne un faro: laurea in Medicina alla Tufts di Boston, per la completezza del corso di nutrizione, e una mission per convincere gli americani che il cibo può prevenire e curare molte malattie e che cambiare stile alimentare poteva voler dire salvarsi la vita.
Impegno culminato con un sito internet (nutritionfacts.org), conferenze e libri, l'ultimo dei quali esce in questi giorni in Italia (Sei quel che mangi), i cui compensi sono devoluti in beneficenza.


Libri associati