Gian Paolo Serino scrittore vero, azzera i pregiudizi

di VERONICA TOMASSINI

Fonte: Il Fatto Quotidiano - 25/05/2016

Visualizza la recensione

Leggiamo Gian Paolo Serino malgrado un segreto pregiudizio giacché lo abbiamo conosciuto come il critico letterario giovane e rock, severo divoratore di libri, capace di stroncare gli intoccabili con ragioni dove alla fine non c ' è nemmeno da eccepire; ha fondato la rivista di critica letteraria Satisfiction coinvolgendo per anni Vasco Rossi. La deregolamentazione colta ne fece una specie di must. Ed è questa un po' la sua immagine, quasi iconoclasta, premiata dai social che lo riconoscono al pari di una star, lo stesso movimento di persone lo segue ogni giorno, le sue parole diventano ben presto slogan di qualcos'altro. Per molti è un genio, senz'altro lo è per Vasco Rossi che lo ha dichiarato pubblicamente. Quando cadono le stelle, e il pregiudizio di cui sopra - chiusa l'ultima pagina - è assolutamente azzerato. Ma ancora di più, ci sembra che quel critico reazionario si sia seduto da una parte, lasciando la libertà di costruire allo scrittore. E lo scrittore ci ha tolto ogni tentazione allo scetticismo.


Libri associati