«Goal economy»: le mani sul pallone di India, Qatar e Russia

di Redazione

Fonte: Il Mattino - 18/06/2015

Visualizza la recensione

Il libro L'inchiesta del giornalista Bellinazzo racconta come con un giro di miliardi siano cambiati i confini del calcio.
Il Dnipro che ha respinto il Napoli sulla soglia della finale di Europa League era una squadra meno dotata tecnicamente forse, ma di certo non sul piano finanziario. A presiederla è, infatti, uno degli uomini più ricchi d'Ucraina, con beni stimati per 1,3 miliardi di euro, Igor Kolomoisky. Negli anni '90, attraverso la sua Privatbank, la più grande banca commerciale del Paese, Kolomoisky tesse una ragnatela di partecipazioni che vanno dalla tv JN1 (soprannominata l'Al Jazeera ebrea) alla AeroSvit Airlines, dalla Skyways Express alla Ukrnafta, fra i principali produttori energetici dell'Ucraina, e da metà anni Duemila investe nel club oltre 70 milioni di euro.


Libri associati