Il romanzo secondo Bifo ecco “Morte ai vecchi”

di ALBERTO SEBASTIANI

Fonte: La Repubblica ed. Bologna - 04/06/2016

Visualizza la recensione

Il titolo originario era "KS", poi "Gerontomachia", infine "Morte ai vecchi", perché racconta di ragazzi che uccidono anziani, e forse sono indotti a farlo. È l'esordio narrativo di Massimiliano Geraci, esperto di cultura psichedelica, e dell'agitatore culturale Franco "Bifo" Berardi. Un romanzo concepito una decina di anni fa, ambientato in un futuro in cui nessuno va in pensione per partecipare fino alla fine ai processi produttivi, in cui la vita si è allungata grazie alla medicina, in cui la tecnologia è pervasiva e un particolare "chip" ha effetti disastrosi. In questo contesto l'anziano professor Isidoro Vitale si confronta con giovani assassini che agiscono come sciami d'api, frammentati come individui ma corpo unico nell'azione criminale. Una storia difficile da definire: di fantascienza, di analisi sociale, di guerra, di riflessione sulle nuove dipendenze, sulla relazione tra individuo e collettività, sulla consapevolezza delle nuove generazioni nell'uso delle tecnologie.


Libri associati