IMPRIMATUR

di Redazione

Fonte: Il Foglio - 19/09/2015

Visualizza la recensione

Nel 2002 su "Imprimatur" la critica nostrana versò lacrime di commozione: un capolavoro, un romanzo storico di quelli da conservare nello scaffale più in vista della biblioteca domestica. Altro che la paccottiglia balneare che si dimentica nella borsa da spiaggia non appena viene il momento di fare i bagagli e lasciare i luoghi di villeggiatura estiva. Scalò le classifiche dei libri più venduti e poi, misteriosamente, su di esso cadde l'oblio. Dimenticato. Oggi Baldini&Castoldi riporta alla luce il volume di Rita Monaldi e Francesco Sorti, che tanto ha fatto parlare di sé in Europa


Libri associati