«Io, San Giovanni, i canestri e gli amici del bar» Belinelli racconta che la sua vera Nba è qui

di Redazione

Fonte: QN - Il Resto del Carlino - 07/09/2015

Visualizza la recensione

Alessandro Gallo BELINELLI e i suoi fratelli. Che all'anagrafe sono Enrico, che gli ha trasmesso la passione per i canestri, e Umberto, che gli cura gli interessi negli States. Ma nel libro uscito in questi giorni, «Pokerface, da San Giovanni in Persiceto al titolo Nba», ci sono gli altri «fratelli», gli amici con i quali il ventinovenne Marco Stefano è cresciuto. Alcuni, come Sap Dog, al secolo Alessandro Saponaro, lo hanno seguito negli States, altri, come Marco Barbieri, Michele Serra detto Mighelon, Andrea «Garra» Garagnani e Matteo «Teo» Savioli sono tuttora i suoi punti di riferimento.


Libri associati