La coppia “pericolosa” torna a colpire con un intrigo a Vienna

di Edoardo Vigna

Fonte: Corriere della Sera - Sette - 15/04/2016

Visualizza la recensione

Monaldi&Sorti, scrittori da milioni di copie nel mondo, in Italia erano "spariti" dalle librerie dopo aver svelato i segreti di un Papa. Per l'ultima "rivincita", ci portano nei luoghi del libro Veritas

Il librone in cui sono rilegate le pagine de Il Corriere Ordinario "addì 11 aprile 1711" è aperto su un tavolo della monumentale Biblioteca Nazionale Austriaca, nell'Hofburg, il palazzo imperiale di Vienna, fra librerie lignee alte una quindicina di metri e ori barocchi. Il giornale raccoglieva ogni settimana corrispondenze da Lisbona, Saragozza, Parigi, Amsterdam, Londra, per la grande comunità di lingua italiana che viveva nella capitale asburgica. Rita Monaldi e Francesco Sorti, in guanti bianchi come dispone la (giustamente) severa direzione, indicano alcune righe del Foglio aggiunto: « Gli Augustissimi Regnanti colle Seren. Arciduchesse loro figlie e folto accompagnamento si trasferirono dopo pranzo a visitare la Chiesa de' PP. Carmelitani Scalzi nel sobborgo dell'Isola di S. Leopoldo e vi sentirono Vesperi e Litanie. Arrivato qua l'istesso giorno l'Agà Turco con un seguito di 20 Persone, gli fu dato Alloggiamento nel suddetto Sobborgo sulla sponda del più vicino Ramo del Danubio; & hieri l'altro à mezzo dì hebbe l'udienza del Seren. Principe Eugenio di Savoia... ».


Libri associati