L’intelligenza della specie: il miracolo della narrativa qualche volta si compie

di Marina Bisogno

Fonte: Glistatigenerali.com - 05/01/2016

Qualcuno ha detto che è un romanzo calamita: anche se arrivi a detestare i personaggi (blasé, radical chic, coraggiosi e codardi al contempo), non riesci a smettere di leggere. Il libro in questione è L’intelligenza della specie di Elena Ghiretti, chicca narrativa del 2015 che stava per sfuggirmi. Sullo sfondo c’è Milano e in primo piano tre coppie di over trenta: Anna e Marco, Cristina e Massimo, Nathalie e Daniele. Cene, feste, concerti per passare i fine settimana e tenere a bada l’insofferenza. Poi Anna conosce Daniele, un amico di Cristina. Daniele e Anna si piacciono, Marco lo capisce, gli altri no. I sei prendono a frequentarsi, finché Anna perde il controllo della situazione e sviluppa un interesse morboso nei confronti di Daniele e di tutta la sua esistenza, Nathalie compresa. Gli equilibri non scritti, interni ed esterni alle tre coppie, saltano, con una buona dose di sofferenze e ripicche generalizzate... CONTINUA A LEGGERE


Libri associati