Mou e Pep, i duellanti e quei 18 giorni di fuoco

di Annalisa Celeghin

Fonte: Il Mattino di Padova - 29/08/2016

Visualizza la recensione

Ci sono sfide che s'ingaggiano senza reali motivazioni: uno sguardo che si incrocia, elettricità nell'aria, l'istinto che si mette in allerta. A volte non serve nemmeno una causa scatenante: «quando non c'è offesa, il motivo dell'odio profondo e del duello è il duello stesso». È questo il preambolo al nuovo romanzo del commentatore sportivo e penna della Gazzetta dello Sport Paolo Condò, "Duellanti". Nel mondo del pallone contemporaneo non ci sono due personaggi più giusti per incarnare l'eterno duello tra bandiere diverse, filosofie divergenti dello stare in campo, approcci al calcio distanti, apparentemente, anni luce: si parla di Josep "Pep" Guardiola, allenatore prima del Barcellona e ora del Manchester City, e di Josè "Mou" Mourinho, che dopo Inter, Real Madrid e Chelsea adesso, incredibile segno del destino, si trova nella stessa città del suo rivale e allena il Manchester United.


Libri associati