Oltre un secolo di vittorie: il libro della gloria le racconta tutte

di PAOLO BRUSORIO

Fonte: La Stampa - 01/08/2016

Visualizza la recensione

Facile ricordarsi di Pietro Mennea e dei fratelloni Abbagnale. O di Edoardo Mangiarotti e di Federica Pellegrini. Ma aprite a caso «Cinque Cerchi» (storia degli ori olimpici italiani, è il sottotitolo) e se finite a pagina 211 vi imbatterete nella storia di Cosimo Pinto, un omone che a Tokyo (1964), stende il mondo fino a vincere il titolo dei medio massimi. Indimenticabile. S oprattutto perché Pinto si accomoda nella storia dopo Cassius Clay, stella (allora) nascente. Ricordare 199 ori, quanti ne ha vinti l'Italia dal 1900 al 2012, e farlo mettendoli tutti insieme è la bella idea venuta al nostro Roberto Condi o, uno che lo sport ce l'ha nel sangue per averlo praticato e per raccontarlo tutti i giorni su «La Stampa».


Libri associati