Quando Lucio Dalla scoprì nella pittura lo specchio della musica

di Luca Beatrice

Fonte: Il Giornale - 28/04/2016

Visualizza la recensione

La prima sorpresa del disco Henna è già nella copertina: il disegno di un uomo il cui cuore sta nel ventre e da lì si dipanano i vasi sanguigni fino al cervello. Lucio da tempo ama l'arte, è un appassionato collezionista di antico e contemporaneo, ma fino ad allora ha rivolto l'attenzione, per quanto riguarda i propri dischi, soprattutto alla fotografia. Il suo complice più vicino, Luigi Ghirri, è scomparso improvvisamente il 14 febbraio 1992 lasciandogli un grande vuoto.
La sua curiosità tocca ora la pittura, e dunque ha intenzione di avvicinare Mimmo Paladino, protagonista della Transavanguardia, tra gli artisti italiani più celebrati a livello internazionale.


Libri associati