Quell’uomo con il piano che ci fa sperare

di Clara Caroli

Fonte: La Repubblica ed. Torino - 30/03/2016

Visualizza la recensione

C'È UNA MUSICA segreta che lega l'orrore degli attentati di Parigi, le proteste di piazza Maidan e piazza Taksim, la desolazione dei soldati in Afghanistan. Una partitura intima e girovaga sulla quale l'inviato di Repubblica Maurizio Crosetti ha costruito il suo primo romanzo, "Esercizi preparatori alla melodia del mondo", esordio nella narrativa a tutto tondo dopo molti titoli dedicati allo sport e una raccolta di favole. Domani (giorno dell'uscita) alle 21 la presentazione al Circolo dei Lettori, con lo scrittore Fabio Geda e Alberto Savant al pianoforte.
Il fermo immagine dell'uomo che suona al Bataclan dopo la carneficina è lo scatto da cui prende l'avvio il racconto di Crosetti, che intreccia i destini di due personaggi, due musicisti, un uomo e una donna che si inseguono sullo sfondo degli eventi della grande Storia. «Ho cominciato a scrivere un mese dopo gli attentati di Parigi - racconta l'autore - C'era da scegliere un personaggio emblematico del 2015 e avevo individuato la figura di questo pianista, Davide Martello, che avevo visto suonare al Bataclan e mi aveva molto colpito». Un'istantanea iconica come quella di Rostropovich che suona il violoncello sotto le macerie del muro di Berlino - immagine peraltro citata nelle prime pagine - da cui Crosetti parte per un romanzo a più voci: c'è il pianista che porta la musica dove c'è il dolore, la giovane studentessa di Conservatorio che lo ha ispirato, un marionettista girovago. La musica tiene insieme emozioni e destini.


Libri associati