Un anno dopo sorprende ancora

di Fiamma Tinelli

Fonte: Oggi - 01/07/2015

Visualizza la recensione

Un libro e uno spettacolo nuovi di zecca. Usciti dalla fantasia (irrefrenabile) dello scrittore più amato . «Prima di morire Giorgio stava lavorando a due progetti che ho fatto diventare realtà», dice la moglie Roberta. E qui spiega perché, nonostante il vuoto, ora riesce a pensare a lui con un sorriso.

C'erano giorni in cui il ticchettio sulla tastiera di un computer, dove si inseguivano le sue parole, si alternava al rumore delle dita sui tasti di un pianoforte, dove si inseguivano le sue note». Vivere con Giorgio Faletti era così, ricorda sua moglie Roberta. Perché Giorgio era uno che prima di pranzo scriveva e verso sera componeva, uno che il lunedì s'inventava un film e il mercoledì buttava giù un musical, uno con la testa che non stava ferma mai, mai, mai, «tanto che qualche volta glielo dicevo: "Vorrei aprirtela, quella testa lì, e vedere cosa c'è dentro"», racconta sua moglie. E lui? «E lui mi rispondeva: "Lascia stare, va', che qui c'è tanto di quel caos...", e si metteva a ridere». Il 4 luglio sarà un anno, che Faletti non c'è più


Libri associati